GEAPRESS – Una “cosetta” delicata delicata. Maya la cagnetta con le ossa molli di Casamassima (vedi articolo GeaPress), in provincia di Bari, ha pure un’otite. Tenuta a vista dall’intera equipe del dott. Tedesco, Medico Veterinario di Triggiano (nella foto con Maya). Ieri, poi, la notizie dell’otite. Lo riferisce ad Alessandra, la volontaria che bada a Maya, la dott.ssa Mugnano, dello stesso ambulatorio veterinario.

Salvata da un negozio di animali, dove era cresciuta con una grave deficienza nutrizionale. Le aveva provocato un iperparatiroidismo secondario nutrizionale, un aumento dell’ormone paratiroideo che può provocare gravi deformazioni ossee, fino alla rottura. Come è successo a Maya. Zampe, sia anteriori che posteriori, poi il bacino e finanche la coda. Tutto rotto.

Il dottore Tedesco e la sua equipe stanno facendo di tutto per salvare Maya, i cui valori ematici (almeno quelli) sono nella norma. Per il resto è come se fosse “costruita” con il cristallo. Delicatissima, pronta a rompersi ancora (sic!).

 “In ambulatorio – riferisce Alessandra a GeaPress – mi hanno spiegato che occorrono frequenti fasciature. Penso servano a rimettere gradualmente in sesto la povera Maya“.

Una delle funzioni delle fasciature è sicuramente quella di impedire che Maya continui ad incrociare le zampe posteriori verso l’esterno. Lo scopo, cioè, è darle un graduale assetto sia per stare in piedi che per sedersi.

Diciamocelo francamente, vedendo le foto di Maya fa ancora più tenerezza rispetto ad uno dei tanti animali dei quali ogni giorno si ha notizia. Bruciati, picchiati, impallinati. Maya è piccolina, e sembra veramente a pezzetti. Così, tutto sommato, è stata trovata nel negozio di animali, quando la volontaria l’ha notata e salvata.

Per Alessandra, però, Maya è un altro cane da salvare. Come i tanti curati, ad esempio, dalla sezione di Turi della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, con la quale Alessandra è in contatto.

E’ un cane normale – dice Alessandra quasi indispettita – deve solo riprendere la sua tonicità muscolare e risolvere il problema delle fratture. Il Veterinario è un esperto ortopedico e mi sento circondata dalle attenzioni dalla sezione di Turi della Lega difesa del cane e di quanti in questi giorni mi stanno aiutando“.

Maya, in ambulatorio, viene opportunamente stimolata a riprendere una adeguata funzione deambulatoria. Fa progressi, anche nella sua casetta tutta di pezza, dove è stata sistemata per evitare pericolosi urti. Appena fuori, ha una pezzuolina per i bisogni. Lei esce la testolina, si guarda intorno, fa quello che deve fare e poi rientra nella casetta di pezza, che è pure riscaldata.

Ieri, poi, la notizia dell’otite. “Passerà anche questa” promette Alessandra.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTO: