GEAPRESS – Del fatto che gli imputati fossero stati ridotti da sei a cinque, se ne era già data comunicazione agli inizi di luglio (vedi articolo GeaPress). Ora le motivazioni.

Il medico veterinario era rinviato a giudizio per supposta violazione dell’art. 323 del Codice Penale, ovvero abuso d’ufficio. Un reato che spesso incorre nei procedimenti penali aperti nei confronti dei funzionari della pubblica amministrazione. Un reato, però, ravvisabile solo nel caso di condotte dolose. Occorre, cioè, consapevolezza e vantaggio personale. Non solo errore, come nelle condotte colpose.

Secondo il GUP Letizia Platè non sarebbero però stati ravvisati margini di incertezza sulla reale sussistenza dell’incarico che il Veterinario avrebbe ricoperto nel canile gestito da una associazione locale. Il Medico Veterinario avrebbe dovuto essere responsabile dei farmaci. I dubbi che sarebbero apparsi nella relazione istruttoria, hanno però messo in forse la tesi accusatoria, fino a determinare la decisione del GUP. Non luogo a procedere perché il fatto non costituisce reato.

Non è, inoltre, stato appurato il vantaggio patrimoniale. Niente illecito guadagno, cioè, derivato dalla prescrizione dei farmaci per le scorte del canile.

In particolare la tesi accusatoria si basa sul fatto che la soppressione dei cani potesse essere finalizzata al procacciamento di nuovi fondi pubblici. Secondo il GUP non si paleserebbe un collegamento, finalizzato al vantaggio patrimoniale, tra la prescrizione dei farmaci operata dal Veterinario ed i fondi derivati. Anzi lo stesso Medico Veterinario non sarebbe stato al corrente, stante le rilevanze del GUP, alle dinamiche gestionali della struttura. Non aveva, inoltre, alcun ruolo pertinente. L’uscita di scena del Veterinario, non fa però venir meno il castello accusatorio nei confronti degli altri cinque indagati. Numerose associazioni animaliste si sono costituite parte civile al processo per il reato di uccisioni di animali. A costituirsi anche un’azienda del luogo. in più occasioni aveva raccolto fondi in aiuto della struttura.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati