GEAPRESS – Intervento della Lega Nazionale per la Difesa del Cane, sul grave caso occorso in una scuola di Latina, ove ad una studentessa ipovedente è stato fatto allontanare il cane d’ausilio che l’accompagnava.

Secondo Gian Luca Scagliotti, Responsabile dell’Ufficio Legale dela Lega per la Difesa del cane, si tratta di una vera e propria discriminazione sanzionabile in base anche alla disposizione nazionale posta a tutela dei disabili. La legge è del marzo 2006 ma, secondo l’Avvocato Scagliotti, il cane guida per disabile visivo è tutelato da una legge che risale al lontano 14 febbraio del 1974, la n. 37 che prevede l’accesso gratuito ovunque al cane guida che accompagna il disabile visivo.

La studentessa, a seguito dell’incredibile decisione presa, era stata costretta cambiare sede scolastica.

Un dirigente scolastico – afferma Laura Rossi Presidente della Lega Nazionale per la Difesa del Cane – dovrebbe preoccuparsi della serenità dei suoi alunni e svolgere una funzione educativa non dando adito lei per prima ad atteggiamenti discriminatori“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati