GEAPRESS – 250-300 persone. Tutti per i cani dell’Ucraina. Un bilancio positivo, per Andrea Cisternino (nella foto in gallery insieme ad Edoardo Stoppa, in Ucraina), il fotoreporter che per primo ha denunciato il massacro dei cani ucraini, presente oggi in piazza del Pantheon anche se la sua partecipazione era stata data in forse fino all’ultimo momento. Poi la pacca sulla spalla di Massimo Wertmuller “Andrea sei un eroe, anche se mi ha fatto piangere leggendo le storie che hai raccontato sui cani di Kiev“. Infine, Andrea Cisternino, ha dovuto dare lui stesso delle pacche sulle spalle, sedando una quasi rissa scoppiata sul palco.

La manifestazione voluta dalla Brambilla e dalle Associazioni aderenti al progetto della Federazione, ha avuto infatti, un inatteso imprevisto. Quando la Brambilla ha preso la parola, dalla piazza è partito qualche fischio. Ad un politico può capitare. Fassino, ad esempio, nella sua Torino è stato sommerso dai No Tav e la Brambilla non era neanche a casa sua. Non è chiaro il motivo della piccola contestazione, ma a quanto pare due persone avevano chiesto di potere salire sul palco e parlare. Uno di essi era in singolare tenuta sportiva e pallone da calcio. Un secondo pretendente al palco (negato) era invece Stefano Fuccelli, Presidente del Partito Animalista Europeo. Appena ha chiesto di potere intervenire è stata alzata la musica ed allontanato il microfono, cosa che non ha fatto altro che surriscaldare gli animi. Sta di fatto che Fuccelli è saltato sul palco ritrovandosi duellante con l’Assessore allo Sport del Comune di Roma, Alessandro Cochi (nella foto di copertina a destra Stefano Fuccelli, a sinistra l’Assessore Cochi). Un’ulteriore impennata della temperatura è arrivata, infatti, dalle botticelle romane, ovvero le carrozze a traino di poveri cavalli ed autorizzate dal Comune di Roma. Fino a pochi giorni addietro un cavallo è rimasto infatti ferito dopo un disastroso incidente (vedi articolo GeaPress).

Cochi avrebbe riferito che nel caso delle botticelle, trattavasi di lavoro, motivo per cui il paragone con i cani ucraini è ancora più lontano. Apriti cielo. Mentre la Brambilla lasciava il palco, Fuccelli è stato violentemente spintonato da un signore che, secondo alcuni presenti, dovrebbe corrispondere ad un soggetto già noto nell’entourage del Sindaco Alemanno. Sta di fatto che Fuccelli è stato identificato dalla Questura ed il tizio che lo aveva spintonato è andato via. Al di là di tutto, il volume della musica alzato ed il microfono subito tolto, poteva anche essere evitato.

Per il resto è stata una bella manifestazione di solidarietà in favore dei cani dell’Ucraina. Persone già note per la loro sensibilità, come Massimo Wertmuller, Giorgio Panariello, Paolo Limiti, Daniela Poggi ed altri un po’ meno come nel caso di Cochi ma anche dell’ex Consigliere dell’ex Sindaco Rutelli, Monica Cirinnà, già nota in vicende critiche a proposito del Bioparco (nella foto in gallery tra l’Assessore Cochi e Gianluca Felicetti, presidente della LAV). C’era anche l’attore Paolo Celli vestito da Garibaldi. Celli, per fortuna, questa volta era intervenuto senza il cavallo bianco “Marsala”.

Scontri a parte, una manifestazione importante che però a poco servirà. I campionati sono ormai alle porte e la UEFA, che pur ha fatto arrivare un messaggio dal suo presidente Abete (chissà cosa succedeva se fosse stato presente) nulla ha fatto.

Intanto ad Andrea Cisternino, indiscusso protagonista della manifestazione odierna, arrivano altre tragiche notizie. Nuove sparizioni e nuova uccisioni. La novità è l’uso del salame affumicato imbevuto di una tossina rossastra. “Devo rientrare a Kiev e andrò subito in strada” ci dice Cisternino.

Alla manifestazione era presenti le Associazioni aderenti al progetto della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente presieduta dalla Brambilla ed altre che avevano dato l’adesione. Cisternino è tra l’altro il responsabile dell’OIPA Ucraina.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

RICHIESTA DI RETTIFICA – staff Michela Vittoria Brambilla
Come già anticipato telefonicamente, sono a chiedere la tempestiva correzione del vostro articolo pubblicato nella home page, dal titolo “I cani dell’Ucraina e la (quasi) scazzottata sul palco della Brambilla”, ristabilendo la realtà di quanto accaduto ieri mattina in piazza del Pantheon.
La manifestazione, che é stata organizzata dalla Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, è stata certamente molto riuscita anche in termini di affluenza di pubblico. Tutto ciò è ben testimoniato dai numerosi tg andati in onda nella giornata di ieri e dagli articoli di stampa odierni. Non si comprende quindi la ragione per cui il vostro articolo non solo non dia conto di ciò ma al contrario racconti accadimenti che non hanno riscontro nella realtà. Mi riferisco in particolare, ad un presunto fischio rivolto all’onorevole Brambilla, la quale invece è stata molto applaudita proprio come tutti gli altri presidenti di associazioni animaliste presenti, e forse anche di più. In secondo luogo, mi riferisco al titolo che racconta di una sua “scazzottata” che, allo stesso modo, é pura fantasia e certamente regala ai lettori un’ immagine tanto negativa quanto falsa. L’onorevole Brambilla é infatti intervenuta con un discorso che ha toccato il tema ucraina e Green Hill, al termine del quale ha lasciato il palco. Quanto accaduto successivamente, non può quindi in alcun modo vederla coinvolta. Preciso che , peraltro, non vi è comunque stata alcuna scazzotta o qualcosa di simile nemmeno in un secondo tempo. Conoscendovi come una testata giornalistica sempre attenta  ed equilibrata nella narrazione di quanto avviene nel mondo animalista, rimango sorpresa per quanto accaduto in questa occasione e sono certa che vorrete tempestivamente ristabilire la verità dei fatti.
Ringraziando per la collaborazione, invio i miei più cordiali saluti.

Laura Colombo
Capo staff  Michela Vittoria Brambilla

LA REDAZIONE DI GEAPRESS
Appare finanche superfluo sottolineare che in nessuna parte dell’articolo, titolo compreso, viene riportato, a proposito dell’On.le Brambilla, di “una sua scazzottata”. Quanto accaduto ieri al Pantheon è stato altresì riportato da altre testate e con titoli ben diversi oltre che diretti, in alcuni casi, all’ On.le Brambilla. Questo nel caso si volesse fare una conta di articoli di stampa e telegiornali che a noi, però, non interessa. Il nostro solo scopo era riportare quanto successo e per questo abbiamo parlato di una bella manifestazione e di 300 persone presenti. Cosa scrivono, o non scrivono, altri organi di informazione, è affar loro.

Nulla riteniamo di dover aggiungere circa “un presunto fischio”. Altre testate erano presenti ed hanno filmato come nel caso del quotidiano La Repubblica – Edizione di Roma .

VEDI FOTOGALLERY: