GEAPRESS – Temperature in picchiata, neve prevista a Roma e di notte, per questo fine settimana, temperature di molti gradi sotto lo zero in val padana. E’ già polemica per i trasporti mentre da più parti si è avuta notizia di interventi straordinari nei confronti di chi dorme in strada. Sicuramente le persone più esposte ai rischi. E’ di queste ore la notizia delle morte di un clochard a Milano.

Dalla Romania, invece, una storia che accomuna un barbone ed un cagnolino, entrambi vittime del freddo e dell’abbandono.

Un barbone con una storia particolare. Un atleta, molto conosciuto nel suo paese che finì per vivere in una panchina del Parco Drumul Taberei, meglio noto come Parco Moghioros, nella parte occidentale della capitale romena. La sua dimora venne abbattuta quando l’attuale Presidente della Romania, lo stesso che è a favore delle legge ammazza randagi, era Sindaco di Bucarest.

Stylianos Raducanu, meglio noto come Johnson dal nome dell’area abbattuta dall’allora Sindaco, si adattò a vivere in strada, avendo anche perso la causa di divisione di un appartamento che aveva in comproprietà con la ex moglie. Era però ancora attivo ed in qualche maniera riusciva a trovare un riparo. Era ben voluto da tutti. Giocava con i bambini, aiutava altri senzatetto e accudiva i cani randagi. Poi, una brutta frattura, lo avviò verso un declino sempre più accentuato. Nella bella stagione, nei pressi della sua panchina Del Parco Moghioros, vendeva vecchi libri e quella figura, claudicante e con la folta barba bianca, aveva già, per l’intero quartiere, un alone di leggenda.

La Polizia locale l’ha ritrovato ora con le mani ed i piedi congelati. A Bucarest ci sono diciassette gradi sotto zero. Attorno a lui i suoi cani. Si era tolto il suo cappotto destinandolo ad un cagnolino che si era ammalato. Lo aveva avvolto e stretto a sé. Ora Johnson è ricoverato, ed ha almeno un posto caldo dove stare. Nulla si è però saputo dei suoi cani che in Romania (vedi articolo GeaPress) hanno più o meno la stessa origine dei senzatetto (umani).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati