GEAPRESS – Non accennano a diminuire le polemiche che vedono coinvolta Giulia Calcaterra, la neo velina di Striscia la Notizia. Come ormai noto, la Calcaterra, in un post di facebook risalente all’aprile scorso, aveva esposto per l’adozione la foto del suo cane, in quanto non più in grado di badarvi. Non aveva più tempo, avrebbe riferito. Forse anche la particolare posizione del cane (in pratica con la lingua che sembrava penzoloni ed una specie di guinzaglio forse un po’ troppo teso) la vicenda aveva scatenato le ire degli animalisti. Poi, ad alimentare la polemica, la partecipazione della stessa Calcaterra quale modella di una nota casa di pellicce (vedi articolo GeaPress).

Ma dove e come sta, ora, l’ex cane della Calcaterra? Per verificare ciò il Partito Animalista Europeo ha conferito mandato all’Avv. Donatella Buscaino di presentare un esposto alla Procura di Novara per indagare circa le condizioni di salute del cane. In seguito a testimonianze, dichiarazioni e immagini fotografiche, riferisce in una nota il Partito Animalista Europeo, si è accesa una dura polemica contro la velina accusata di detenere il proprio cane addirittura in condizioni di maltrattamento. Tutto da verificare, ovviamente, ma poi è arrivata l’altra polemica derivata da talune interpretazioni di altro post della Calcaterra. Forse l’atmosfera ormai viziata, ma ad alcuni lettori era sembrato di vedere apparire lo spettro della soppressione. In sostanza, la Calcaterra, mandando a quel paese chi le chiedeva del cane, dichiarava che aveva voluto ricordarlo a chi lo conosceva. Per il fidanzato della Velina, comunque, il cane è vivo e vegeto a Cerano.

Per il PAE la presenza della stessa Calcaterra non sarebbe compatibile con la programmazione di Striscia la Notizia. Una trasmissione nota per la sua sensibilità non può avere nulla a che fare, riferisce il PAE, con chi lavora per le pellicce.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati