GEAPRESS – Poco più di un anno addietro è venuta a mancare la dott.ssa Maria Rosaria Esposito, Vice Questore Aggiunto del Corpo Forestale dello Stato (vedi ricordo GeaPress). Era stata il primo Comandante designato al neo costituito NIRDA, il Nucleo Investigativo per i Reati ai Danni degli Animali. A lei furono assegnate importanti indagini tra le quali quelle del canile Guberti a Ravenna, la cui condanna in primo grado arrivò appena pochi mesi prima della scomparsa della dott.ssa Esposito.

Una persona sempre disponibile, un grande esempio per tutti noi, una donna dello Stato al servizio dei più deboli”. Così la ricorda Claudio Locuratolo Responsabile della sezione ENPA di Roma dove oggi è stato apposta un targa in suo ricordo nel corso di una cerimonia alla quale hanno preso parte anche gli amici che l’avevano conosciuta e stimata.

La Dirigente del Corpo Forestale, si legge in una nota diffusa dall’ENPA di Roma, ha tenuto nei suoi anni di attività, un impegno meritorio coniugando passione, esperienza, abnegazione e rispetto delle leggi con una profonda e particolare sensibilità per i diritti degli animali e un inconsueto rapporto di dialogo e stima con il mondo del volontariato animalista. “Ha dedicato la sua vita alla difesa degli animali e per sempre sarai nei nostri cuori“, così viene riportato sulla targa.

Da oggi la sede di via Terni 42 sarà così intitolata alla dott.ssa Esposito. “Ricorderà – ha tenuto a dichiarare Claudio Locuratolo – il grande impegno professionale e umano espresso dalla Dott.ssa Esposito”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati