GEAPRESS – Intervento nella giornata di ieri delle Guardie EcoZoofile del Comando di Cuneo dell’A.N.P.A.N.A. – Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente. Ad essere attenzionato, dietro segnalazione di una cittadina, è stato il canile municipale.

Fra i vari ospiti del canile le Guardie dirette da Maria Rossano, hanno comunicato di avere individuato un cane di taglia grande, completamente privo di pelo, senza denti e con numerose ferite e lacerazioni cutanee. Il cane risulterebbe essere detenuto nella struttura dal 2010, fatto questo che potrebbe far sorgere qualche interrogativo su una possibile contaminazione di altri soggetti, tra cui gli stessi operatori, frequentatori del canile.

Viene spontaneo chiedersi come sia possibile che un cane si riduca in quelle condizioni senza che venisse effettuata alcuna profilassi né gli venissero prestate cure – ha commentato il Comandante Rossano – Possiamo fare solo delle ipotesi su come l’animale abbia contratto la rogna in una struttura municipale, ma resta il dubbio sull’efficacia e la tempestività di eventuali operazioni di disinfezione del luogo in cui il cane ha vissuto per tutto questo tempo”.

La cittadina che aveva segnalato il cane, si è subita proposta per l’adozione ed il povero cane è stato già stato condotto per la visita presso un veterinario di fiducia.

Un encomio va, comunque, fatto alla signora che ha scelto di salvare un animale evidentemente malato e talmente malconcio da fare ribrezzo anche agli stomaci più allenati” dicono sempre all’ANPANA di Cuneo. In un periodo in cui è all’ordine del giorno leggere di abbandoni e maltrattamenti, il gesto di questa cittadina è una speranza che la coscienza comune stia pian piano cambiando.

Abbiamo tentato stamani di metterci in contatto con il Canile municipale di Cuneo, senza però riuscirci.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati