GEAPRESS – Risvolto imprevisto per l’ormai famosissimo canile di Caserta. Dopo le polemiche degli ultimi mesi, i servizi di Striscia la Notizia, i cani in esubero ed i soldi di gestione che la Village dog s.r.l. avanza dal Comune, arriva oggi la novità proprio in coincidenza de “l’ultimo pasto” prima dell’oblio. L’Assessore al ramo Massimo Russo, infatti, fa sapere che il Comune, preso atto della “rinuncia alla proroga da parte della società Village dog s.r.l.” gestirà direttamente la struttura con “il prezioso supporto del Servizio Volontariato Giovanile della Protezione Civile di Caserta“.

E con quali soldi?”  dice a GeaPress Simona Giannattasio, fino a ieri gestrice del canile.

A noi devono oltre trecentomila euro e poi, giovedì, avevamo dato la disponibilità a gestirlo gratuitamente continua la Giannattasio.

L’impressione è che la vicenda sia arrivata comunque al suo epilogo, almeno per quanto riguarda la Village dog che, evidentemente, gestirà il contenzioso per i crediti avanzati ma dovrà lasciare gli operai del canile al servizio del Comune. Quest’ultimo non esclude addirittura di gestirlo in maniera del tutta autonoma, “risparmiando così diverse migliaia di euro” . Sembra quasi di trovarsi di fronte ad una storia parallela a quella del canile della Muratella di Roma, dove gli inservienti avrebbero garantita la continuità lavorativa sebbene l’associazione che gestisce la struttura dovrà lasciare, forse, le redini del comando.

Fino a prova contraria – aggiunge Simona Giannattasio – i croccantini che abbiamo distribuito oggi non arrivano dal Comune. Comunque noi vigileremo“.

Chi vivrà vedrà. L’importante è che i cani stiano bene anche se con l’incontro di giovedì parrebbe scontato che la Village dog non aveva proprio tutta la volontà di “rinuncia alla proroga”.

Nel frattempo l’ assessore al ramo, Massimo Russo, giunto questa mattina al canile con i suoi funzionari, ringrazia tranquillamente i volontari che già danno una mano (dice lui) ed invita tutti a visitare il canile. Di certo, dopo tutta la notorietà di questi mesi, crediamo che non gli mancheranno i riflettori. A rileggere tutta la vicenda, appare come il Comune sia stato tranquillamente in disparte, uscendosene, solo oggi, con il suo asso nella manica: “i ragazzi del Servizio volontariato giovanile della Protezione Civile di Caserta che hanno immediatamente accolto la nostra richiesta di aiuto“. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).