randagi
GEAPRESS – Un luogo della Sicilia notoriamente non esente dal diffuso fenomeno del randagismo. Anzi, ormai diversi anni addietro, fu proprio la provincia di Caltanissetta a segnalarsi per l’avvio dell’attività dei canili privati che prendevano, a pagamento, i cani segnalati dai Comuni. A monte, però, il fenomeno era libero di riprodursi.

A denunciare la lentezza, per non dire lo stallo, degli interventi di sterilizzazione messi in atto dal Comune è Ennio Bonfanti, presidente del WWF Sicilia Centrale. Consultano l’albo pretorio del Comune nisseno si evincerebbe come gli interventi di sterlizzazione sono stati dall’inizio dell’anno appena cinque. Niente, rispetto alla vastità del fenomeno.

Inizialmente gli interventi avvenivano presso una ex scuola rurale ristrutturata con fondi regionali; ormai, però, è tutto fermo ed anche i cinque cani sono  stati sterilizzati presso un canile privato. Ad essere disattese sarebbero così le Linee Guida emanate dall’Assessorato Regionale alla Salute della Regione Siciliana in ottemperanza a quanto previsto dalla legge regionale n. 15 del 2000. La Sicilia è stata una delle ultime Regioni a recepire la legge nazionale di settore che rislae al 1991.

CLICCA QUI per ricevere la NEWSLETTER di GEAPRESS

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati