GEAPRESS – Avevano avvertito i guaiti del povero cagnolino e per questo si erano affacciati dal balcone. Nella strada, però, il cane del quartiere era già finito a brandelli aggredito dai due Pit bull sfuggiti alla custodia del loro proprietario.

I fatti, resi noti solo ora, sono avvenuti all’alba del 5 luglio quando ai Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino sono pervenute le segnalazioni. I militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Avellino hanno così deferito in stato di libertà per il reato di omessa custodia e malgoverno di animali (previsto e punito dall’articolo 672 del codice penale) un 40enne di Mercogliano.

La fuga non era stata prontamente notata, tanto che i due cani aveva percorso il centro abitato fino a giungere in via Vaccaro, dove è avvenuta al’aggressione al cane di strada. I Carabinieri, avvisato un canile del comprensorio, hanno provveduto all’allontanamento dei due cani. Il proprietario, che dovrà ora essere giudicato dalla Magistratura, ha incredibilmente manifestato l’intenzione di sbarazzarsi dei due animali.

Proprio nei giorni scorsi l’ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) aveva chiesto al Ministero della Salute l’emanazione di una nuova Ordinanza sui cosiddetti ‘cani pericolosi’ (vedi articolo GeaPress).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati