danny cipriani per peta
GEAPRESS – Danny Cipriani, il regbista inglese di fama mondiale è il nuovo protagonista della campagna di PETA contro l’uso delle pellicce. Apparso a torso nudo con i tatuaggi in bella mostra, Cipriani sintetizza il suo messaggio con una frase breve ma efficace “INK NOT MINK”.  Il concetto  è ancor di più spiegato nella parte sottostante del manifesto di PETA: le pellicce stanno bene solo sui proprietari originali, ovvero gli animali che andrebbero così lasciati in pace.

Non meno significativo è l’autore dello scatto. Si tratta di Trevor Leighton noto fotografo anch’esso di fama internazionale.

Una carriera, quella di Cipriani, di primissimio piano nella nazionale inglese, ma anche per una breve esperienza in Australia. Uno sport difficile, ha riferito Cipriani, ma niente rispetto a quanto  viene imposto agli animali.

Un ideale trampolino di lancio per i media internazionali che stanno evidenziando la vita degli animali utilizzati per le pellicce e la cui unica colpa è quella di possedere un manto che fa gola al settore. Oltre la morte, a sentire i numerosi comunicati animalisti, anche le tecniche di allevamento. Spazi angusti e vita breve. Il tutto finalizzato per un capo di abbigliamento ottenuto con la morte che avviene in genere  per torsione vertebrale, elettrocuzione  o gasazione.

Animali nati in gabbia ed altri trappolati in natura. Un sistema questo ancora permesso il molti paesi tra cui gli Stati Uniti.

Un nuovo nome, dunque, che si aggiunge ai tanti, anche tra gli stilisti di fama, che hanno detto no alla pelliccia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati