GEAPRESS – La Ministra della torta in faccia (vedi articolo GeaPress), ovvero la signora Gail Shea, Ministro canadese della pesca finita con la crema di tofu di Peta, ha dichiarato che la stagione già iniziata di caccia ai cuccioli di foca, sarà incrementata di altre 70.000 unità.

In tutto, secondo IFAW (International Found for Animal Welfare) 400.000 foche saranno uccise a colpi di arpione uncianto nella banchisa che quest’anno si presenta, tra l’altro, molto ridotta.

Caccia e cambiamenti climatici. Una miscela esplosiva che rischia di compromettere gravemente le popolazioni di foca recentemente attenzionate, però, della paventata apertura dei mercati cinesi.

In realtà, sottolineano ad IFAW, la caccia alle foche servirà ad aumentare i voti di alcuni candidati alle prossime elezioni canadesi. L’industria delle pelli di cuccioli di foche è già, sempre secondo IFAW, ben finanziata dallo Stato e non necessitava di questo ulteriore aiuto. 70.000 nuovi cuccioli che con il loro sangue macchieranno ancora una volta il sempre più sottile ghiaccio marino canadese. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).