GEAPRESS – Da oggi si inizia con la mattanza dei cuccioli di foca canadesi. Si parte da Hay Island e si proseguirà nel Golfo di San Lorenzo e poi ancora nel Newfoundland. Mamme e cuccioli saranno così radunati ed i cacciatori inizieranno la loro opera di … picconamento!

Il Ministro federale della pesca Gail Shea, conferma tutto. Come già dichiarato (vedi articolo GeaPress) ricorrerà all’Organizzazione Mondiale del Commercio (WTO) contro la decisione dell’Unione Europea di sospendere l’importazione dei derivati di foca. Evidentemente non gli basta l’apertura dei mercati cinesi (vedi articolo GeaPress). Questa volta, però, la Signora Ministra è ancor più sprezzante. Per lei, infatti, l’emozione va messa da parte. Il riferimento è alle circa seimila famiglie coinvolte nel business derivato dalla mattanza di cuccioli di foca grigia. Secondo il Ministro, infatti, la caccia è un uso responsabile di una risorsa sostenibile. Ovviamente mettendo da parte l’emozione …

Anche quest’anno gli animalisti canadesi filmeranno la mattanza ed è loro intenzione mostrare gli agghiaccianti documenti proprio in coincidenza dei principali appuntamenti organizzati dalle autorità canadesi per promuove il loro mercato di pelle di cucciolo. Ivi compresa la richiesta al WTO.

Gail Shea è stata più volte oggetto di dure critiche da parte degli animalisti canadesi. Una torta le fu fatta pervenire … in faccia da una attivista animalista. Peta precisò poi che trattavasi di una torta vegana alla crema di tofu. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte). 

VEDI VIDEO: