GEAPRESS – E’ stato firmato oggi a Bologna, presso la Direzione Interregionale delle Dogane per l’Emilia Romagna e le Marche, un accordo fra l’Agenzia delle Dogane, rappresentata dal Direttore Interregionale per l’Emilia Romagna e le Marche, ing. Pietro Alidori, e il Ministero della Salute – Posto di Ispezione Frontaliera (P.I.F.) dell’Ufficio Veterinario dell’Aeroporto “G. Marconi” di Bologna, rappresentato dalla dott.ssa Paola Fadda, volto a pianificare controlli congiunti per il contrasto del traffico illegale di pelli e pellicce di cani e di gatti.

All’incontro hanno partecipato anche il Direttore dell’Ufficio delle Dogane di Bologna, dott. Pasquale Dioguardi e il dott. Antonio Zampetti del P.I.F.. Le Amministrazioni preposte ai controlli hanno convenuto di effettuare, in forza delle proprie specifiche competenze, attività congiunte per implementare le verifiche su tali merci provenienti dai Paesi Terzi.

I controlli saranno effettuati sulla base di specifiche analisi dei rischi, effettuate anche grazie al costante scambio di informazioni tra l’Ufficio delle Dogane di Bologna e l’Ufficio Veterinario, i quali periodicamente si scambieranno i dati relativi ai flussi commerciali di importazione risultanti dalle rispettive banche dati. I controllori avranno inoltre a disposizione una tabella riportante pseudonimi e nomi di fantasia che di solito vengono indicati sulle etichette dei capi di abbigliamento per nascondere l’effettiva natura del pellame utilizzato e trarre così in inganno il consumatore, nonché fotografie illustrative di capi di abbigliamento con inserti di pelli e pellicce delle specie vietate.

Nei casi sospetti, i controllori potranno infine avvalersi del competente Istituto Zooprofilattico Sperimentale, al quale saranno inviati i campioni di merce da sottoporre ad analisi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati