camera a gas pellicce
GEAPRESS – Azione eclatante di “Essere Animali” nel centro di Bologna. Dopo la diffusione di un nuovo video che è riuscito a documentare  l’uccisione dei visoni degli allevamenti, gli animalisti alzano il tiro ed inscenano, in centro città, ciò che avviene in una camera a gas. Al suo interno due attori che rimangono avvolti dal “gas”. Poi la morte, inscenata tra gli spasmi.

L’appello di Essere Animali è quello di fermare le camere a gas, abolendo tutti gli allevamenti di animali da pelliccia.

Secondo gli animalisti in Italia oltre 170.000 visoni verrebbero uccisi ogni anno nelle camere a gas. “Animali condannati ad una morte lenta e dolorosa per asfissia – informa Essere Animali – dopo essere stati rinchiusi per mesi o anni in piccole gabbie”.

L’appello è ora rivolto al Governo al quale si chiede di porre fine alle sofferenze di questi animali e di vietare la possibilità di allevarli in Italia. Sempre secondo Essere Animali, che riprende noti dati statistici indipendenti, oltre il 90% della popolazione è favorevole a questo divieto. “Al riguardo – affermano i responsabili di Essere Animali – sono già state presentate tre Proposte di Legge”.

L’associazione ha diffuso da pochi giorni un nuovo video che mostra il momento dell’uccisione dei visoni negli allevamenti italiani, ottenuto dopo numerosi appostamenti e l’utilizzo di telecamere nascoste.

Questo filmato segue una prima investigazione di “Essere Animali” con cui l’associazione ha documentato casi di esemplari feriti, vittime di comportamenti stereotipati e addirittura cadaveri all’interno delle gabbie. La diffusione di questa indagine ha dato vita alla campagna Visoni Liberi per ottenere l’abolizione dell’attività di allevamento di animali da pelliccia, come già accaduto in altri sei stati europei.

Questa protesta shock vuole stimolare una riflessione sulle similitudini, oltre le differenze, che vi sono tra noi esseri umani e gli animali. Entrambi proviamo sofferenza ed emozioni e questa evidenza scientifica può essere un punto di inizio attraverso cui ripensare il rapporto che intratteniamo con gli animali. Un visone non è una pelliccia, ma un essere senziente“, conclude l’associazione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati