pellicce visoni
GEAPRESS – “E’ una giornata storica“. Così il Parlamente del Movimento 5 Stelle Paolo Bernini riferisce dopo il sequestro preventivo dell’allevamento di visoni di Antegnate (BG) avvenuto l’altro ieri. “E’ stato fatto un ulteriore passo in avanti per garantire i diritti degli animali e il rispetto delle normative vigenti. Grazie al sequestro preventivo della struttura e degli animali – ha aggiunto Bernini – potremmo garantire un futuro a questi visoni“.

Nella struttura dovrebbero esserci circa 350 visoni sul cui futuro la proprietà ha già annunciato di avere attivato i propri legali. Un lungo contenzioso, che vede coinvolta anche l’amministrazione locale, tutto basato su aspetti urbanistici ed autorizzatori.

Così come oggi confermato dall’EITAL, il cui esperto Antonio Colonna ha direttamente seguito la vicenda, gli animali dovranno essere affidati alle associazioni che hanno sollevato il caso denunciandolo all’autorità competente. Un aspetto non da poco, quello dell’assistenza e ricollocazione degli animali, sul quale Bernini sembra rassicurare: “Stiamo elaborando con tecnici esperti, tra i quali veterinari ed esperti di gestione degli animali selvatici, il piano di ricollocamento e gestione degli stessi grazie alla collaborazione delle Associazioni coinvolte con le quali potremo restituire agli animali dignità e diritti“.

Un lavoro di squadra, messo in campo per la vicenda già da tempo denunciata da Essere Animali,  e che ha visto il coinvolgimento del Parlamentare pentastellato, oltre che dell’Eital e dell’associazione META. Sarà verosimilmente affidato a queste associazioni l’idonea sistemazione degli animali. In particole l’Eital, in una sua nota diffusa oggi, sottolinea la pressione mediatica tenuta alta dall’impegno di tutti e che ha portato all’apposizione dei sigilli.

Ad intervenire presso l’allevamento è stato, su mandato della Procura della Repubblica di Bergamo,  il Corpo Forestalle dello Stato, i Carabinieri della Stazione di Calcio e di tecnici dell’ASL

N.B.: Il 23 aprile 2015 l’allevamento di visoni è stato dissequestrato su disposizione del Tribunale del Riesame al quale aveva fatto ricorso la proprietà.  Il provvedimento è stato eseguito dal Corpo Forestale dello Stato e dai Carabinieri di Calcio (BG).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati