GEAPRESS – Un Natale vero, senza sofferenza. Un Natale che sia auspicio di un anno migliore. Si può fare già con le piccole ma importanti scelte individuali. Adottando un cucciolo ad esempio. Un scelta che va ponderata e per questo non frivola come rischia invece di essere l’acquisto di un cane. Del tipo “peluche” vivente e che troppo spesso rischia di trasformarsi in abbandono estivo. In tempo per cambiare, anzi, per evitare un futuro errore.

Scegliete il regalo pensando al prossimo” dichiara Walter Caporale, Presidente di Animalisti Italiani Onlus. Regaliamo, cioè, un Natale vero, carico di solidarietà. Per tutti quelli che hanno bisogno di aiuto, per gli anziani, i bambini bisognosi e gli animali. Piumati o pelosi, striscianti o nuotanti. Troppo spesso coinvolti nelle trame speculative di chi in loro vede salsicce, oggetti da compagnia o pellicce cariche di sofferenza. Così hanno gridato sabato scorso per le vie di Roma gli attivisti di Animalisti Italiani e di Feder F.I.D.A Onlus. “Tutti senza pelliccia” si è detto al momento prestabilito. E gli animalisti si sono spogliati di quell’abito frutto di morte, mostrando cartelli e striscioni in favore della vita, sia quella dei poveri animali che dei lavoratori sfruttati. Così era lo spirito della manifestazione.

Un esempio per tutti – ha riferito Caporale – gli operai di alcuni paesi dalle economie fragili e condannati a lavorare per il  pericolosissimo processo di sbiancatura dei jeans“. Un indumento apparentemente pulito dai colori ma che non esclude purtroppo costi salatissimi per la salute di chi lo ha prodotto.

Malattie e morte, stante le denunce formulate a livello internazionale. Con la “sabbiatura” si sbianca il jeans alla moda ma in pochi sanno cosa significa in termini di vite umane. Una tecnica più volte denunciata da Animalisti Italiani, vietata non a caso in Europa ma consentita per “arricchire” la nostra moda mettendo a rischio i lavoratori del Bangladesh, dell’India come del nord Africa o di Cina e Pakistan.

Acquista un regalo, qualsiasi, ma pulito  – conclude il Presidente di Animalisti Italiani – un regalo di solidarietà come quelli proposti dalle associazioni, non importa quale sia, basta che il pensiero sia pulito“.

Un regalo, cioè, in sintonia con le festività ma che dovrebbe mantenere alto il suo significato tutto l’anno. Un aiuto, insomma, per gli anziani che non sono più in grado di badare a sè stessi, come per il cagnolino in cerca di adozione. La solidarietà ha un significato assoluto, perché nasce dal cuore.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY:

VEDI VIDEO: