manta III
GEAPRESS – Si è spostato poco più a sud il “Diavolo di Mare” che dalla seconda metà di agosto ha fatto bella mostra  tra i bagnanti di Pizzo, in provincia di Vibo Valentia (vedi articolo GEAPRESS). La grossa Manta, comunica il WWF di Catanzaro, è ora nel porto di Vibo Marina.

A determinare lo spostamento e la probabile ricerca di un rifugio, potrebbe essere stato il maltempo che in questi giorni ha causata le mareggiate lungo la costa occidentale calabrese.

A partire dal pomeriggio del primo settembre, in coincidenza con la prima mareggiata, il grosso pesce è stato visto allontanarsi dalla riva. I volontari del WWF, infatti, lo avevano monitorato al fine di garantire la giusta protezione. Ora la novità. Il Diavolo di Mare, così chiamato per via delle caratteristiche pinne cefaliche a forma di corna e per il colore nero delle parti dorsali, è stato visto aggirarsi tra le barche del porto di Vibo Marina.

Sono però le imbarcazion a creare qualche problema. La grossa Manta (circa due metri di larghezza e un peso stimato superiore al quintale) e la particolare conformazione delle enormi pinne pettorali a forma di ali, non è adatta alle ristrette acqua di un porto. Il gestore del lido “Stella del Sud” ha così allertato il WWF dopo che la Manta si era avvicinata al rimessaggio. Per fortuna il grosso animale si è poi allontanato rimanendo però sempre all’interno dell’area portuale.

Proprio al fine di evitare danni irreparabili all’animale, il WWF invita tutti i diportisti a prestare particolare attenzione durante le manovre di ormeggio, di entrata e di uscita dal porto, con la speranza che la Manta possa quanto prima riprendere il largo e la sua vita di vagabonda del mare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati