GEAPRESS – Quando si dice al posto giusto nel momento giusto. Alcuni diportisti avevano segnalato al largo di Taranto, nei pressi dell’ isola di San Pietro, la presenza di due delfini in difficoltà. Appena il tempo di salpare ed una motovedetta della Guardia Costiera si recava in loco assieme ad un Medico Veterinario. I delfini c’erano davvero ed avevano attirato per alcuni comportamenti le apprensioni dei diportisti. Per fortuna, però, non vi era niente di cui preoccuparsi e dopo un poco i due animali hanno preso il largo.

Più particolare, invece, il controllo messo in atto dalla stessa Guardia Costiera, sempre in questo fine settimana. Le verifiche sul combustibile di una nave rilevavano la presenza di zolfo più elevata rispetto a quanto consentito dal decreto legislativo 152 del 2006. Per il Comandante della motonave ben 30.000 euro di sanzione amministrativa.

Due motopesca, invece, sono stati sanzionati per la pesca del vietatissimo novellame di sarda. Ben 35 chilogrammi di avannotti di sarda per il quali, quest’anno, l’Unione Europea non ha concesso all’Italia alcuna quota di prelievo. Novellame, così come i ricci di mare, rappresentano i principali animali pescati illegalmente. Per i ricci, specie nelle coste pugliesi, ma anche calabresi, molisane e abruzzesi, sono soprattutto i subacquei baresi a prelevarli. Proprio di recente (vedi articolo GeaPress), sempre la Guardia Costiera di Taranto ne aveva sanzionato alcuni. Ieri, di nuovo, lo stesso episodio. Due subacquei della provincia di Bari hanno avuto contestata la sanzione di 4000 euro per il prelievo di circa 3600 ricci.

Un prelievo, quello dei ricci, che sembra non conoscere mai fine. Sempre nel fine settimana, la Guardia Costiera di Lecce, ha provveduto a sanzionare, sempre con 4000 euro, due venditori nell’ambito di un ampio controllo che ha riguardato la filiera della pesca. Dal mare, fino alla ristorazione. Tra le irregolarità più diffuse la mancanza di etichettatura e rintracciabilità del pescato nonchè la frode nella vendita. Ovvero pesce appartenente a specie diversa rispetto a quello posto in vendita. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

VEDI PHOTO GALLERY: