GEAPRESS – Cielo coperto, freddo e pioggia, hanno accolto poche ore addietro decine di delfini globicefalo, catturati dalle barche dei pescatori giapponesi. La caccia questa volta ha fruttato bene e la barriera sonora creata con la strumentazione in uso ai pescatori, ha spinto i poveri animali nella baia di Taiji. La rete che ne ostruirà la fuga è già stata tirata.

I delfini, come spesso avviene, vengono lasciati in vita anche per un giorno intero. Nel frattempo si decide sul loro destino. Se più utili ai delfinari oppure a diventare fettine nei supermercati giapponesi. Secondo le prime notizie che arrivano dalla baia, i delfini catturati dovrebbero essere almeno un centinaio (nella foto di Sea Shepherd).

Il branco è stato captato al largo di Taiji e dopo numerose miglia fatte percorrere fuori rotta grazie al fastidio creato dalla barriera sonora, sono infine entrati alla baia della morte. Segnalate anche alcune femmine con i cuccioli. E’ probabile che il grosso branco passerà tutta la notte, prigioniero nella baia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati