o barry taiji
GEAPRESS – Richard O’Barry, l’ex addestratore americano di delfini diventato leader mondiale della conservazione, è già nella baia di Taiji. Dopo l’incredibile arresto dei giorni scorsi (vedi articolo GeaPress), O’Barry ha oggi annunciato, proprio dal porto di Taiji, il rientro a mani vuote delle barche dei pescatori. Nessun delfino è stato catturato.

O’Barry era stato arrestato perchè non aveva con se il passaporto. Un’accusa che in Giappone comporta l’arresto ma che aveva suscitato non poche polemiche per la strana coincidenza di tale evento. O’Barry, il cui volto è conosciuto in tutto il mondo proprio per l’impegno in favore dei delfini di Taiji, era stato fermato dalla polizia nipponica  a ridosso dell’apertura della caccia ai cetacei.

Stamani, comunque, tutto è andato liscio anche se i prossimi mesi fanno presagire ancora bagni di sangue per rifornire l’industria alimentare  e prelievi di delfini per i delfinari. Richard O’Barry, subito dopo il rilascio, aveva commentato positivamente quanto successo. Era stata così fatta pubblicità all’impegno degli attivisti nella baia di Taiji.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati