polpa riccio di mare
GEAPRESS – Una specie di pappetta, meglio conosciuta con il nome di “polpa”. Forse non conviene specificare oltre visto che il Riccio di Mare presenta, come componente predominante del suo corpo, quella delle gonadi, ovvero l’apparato sessuale.

Il nuovo sequestro di “polpa” è avvenuto questa volta a Siracusa grazie all’intervento della Capitaneria di Porto grazie all’ennesima attività di Polizia Giudiziaria volta al contrasto della commercializzazione del riccio di mare.

Il tutto è scaturito nel corso  dei controlli effettuati presso le diverse attività di ristorazione della città. Questo al fine di appurare il rispetto della normativa che regolamenta l’etichettatura, la tracciabilità e più in generale la pesca e commercializzazione delle diverse specie ittica ed in particolar modo quella protetta.

Tra le diverse infrazioni vi sono state quelle sulla commercializzazione del riccio di mare  ed in particolare la sua trasformazione in polpa. Sono state in questo contesto elevate sanzioni amministrative per un ammontare di 16.500,00,  anche per violazioni in materia di etichettatura.

A tal proposito la Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Siracusa ricorda che anche quest’anno la pesca del riccio di mare è vietata, sia a scopo commerciale che sportivo, ed è previsto il sequestro del pescato e degli attrezzi.  La raccolta di esemplari sotto misura comporta anche una denuncia penale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati