caretta guaceto
GEAPRESS – Intervento di alcuni pescatori che nella mattinata di oggi hanno provveduto a recupera nei pressi della Riserva di Torre Guaceto una Tartaruga in evidente stato di difficoltà. L’animale appariva avvolto da resti di “reti d’altura” molto spesse. Si tratta di attrezzi che vengono utilizzate da chi pesca in alto mare.

La tartaruga presentava una ferita sulla testa, in parte già rimarginata.

Secondo l’Area Marina Protetta, l’animale, con tutta probabilità, è rimasto impigliato nelle fibre tessili a largo della costa e quando chi aveva gettato le reti si è accorto della sua presenza, ha tagliato le stesse per permetterle di allontanarsi. Non è dato sapere come si sia procurata la ferita sulla testa, potrebbe trattarsi di una lesione da impatto.

Una volta preso l’animale, i pescatori di Torre Guaceto hanno allertato gli operatori specializzati della Riserva e la Tartaruga è stata immediatamente soccorsa e trasportata nel nuovo Centro Recupero dell’Area Protetta, che verrà inaugurato nelle prossime settimane.

Ora l’animale è al sicuro e gli sono assicurate tutte le cure del caso. A monitorarlo anche i veterinari dell’Università di Bari con la quale il Consorzio ha stipulato un protocollo d’intesa. Superato il periodo di degenza all’interno del Centro Recupero e ripristinata la perfetta forma fisica, la Tartaruga verrà reimmessa in mare affinché possa condurre la vita che le spetta: quella di animale libero.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati