GEAPRESS – Erano quasi tutti stranieri i pescatori fermati e sanzionati questo fine settimana dal Nucleo Provinciale delle Guardie Ecozoofile dell’ANPANA, nei fiumi del riminese. Un fenomeno evidentemente sempre più diffuso, quello degli improvvisati pescatori, così come già evidenziato dai Carabinieri lo scorso marzo (vedi articolo GeaPress) addirittura nello specchio d’acqua di Villa Ada a Roma.

Una verifica capillare, quella fatta a Rimini, sul rispetto della normativa vigente in materia di pesca nelle acqua interne. Sanzioni e sequestri, sia del pescato che degli attrezzi, contestati a persone quasi sempre prive della licenza.

Il fenomeno della pesca di frodo nelle acque interne della provincia di Rimini è, secondo l’ANPANA, sicuramente molto diffuso.

Le stesse Guardie – ha dichiarato il coordinatore provinciale Manuel Conti – hanno già in altre occasioni effettuato numerose contestazioni e sequestri“.

In tutto, ora, una decina di interventi sanzionatori nell’ambito dell’ampio controllo del territorio eseguito nel fine settimana da più pattuglie dell’Associazione. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).

VEDI PHOTO GALLERY: