GEAPRESS – Un fenomeno sempre più dilagante, secondo la Questura di Palermo, quello delle vendita di prodotti ittici in spregio ai divieti vigenti per alcune specie protette. Questa volta a finire nei controlli della Squadra Nautica della Polizia di Palermo è stato un trasportatore di Santa Flavia (PA).

Il suo furgone, non refrigerato, era stato notato in piena notte dagli Agenti della Polizia di Stato, posteggiato nei pressi dell’approdo di Porticello. Si tratta, secondo la Polizia, di una delle più importanti piazze ittiche della provincia. Per questo, come già accaduto nel passato, è probabile che il pescato rinvenuto, provenisse da luoghi distanti, per evitare proprio i controlli più stringenti.

Il trasportatore era in possesso di 28 cassette in legno con oltre 200 chilogrammi di novellame di sarda. Quest’anno l’Unione Europea ha vietato all’Italia ogni prelievo di novellame.

Gli interventi della Squadra Nautica di Palermo, sono stati in questo periodo numerosi e spesso operati in approdi secondari, evidentemente ritenuti più sicuri dai pescatori di frodo. Non solo novellame ma anche tonno rosso, spesso sequestrati in piccoli approdi della provincia. In molti casi i pescherecci, entrano nel porto di notte ed a luci spente (vedi articolo GeaPress). (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).