caretta con amo
GEAPRESS – Una tartaruga marina Caretta caretta è stata ricoverata nella giornata di ieri nella Clinica veterinaria Duemari di Oristano.

L’animale presentava un grosso amo, tipo palangaro, nell’esofago. L’arnese è già stato estratto chirurgicamente mentre la lenza si presenta inoltrata nell’apparato digerente e si spera che possa essere eliminata natuarlmente.

Il caso ora occorso ad Oristano è solo l’ennesimo incidente di pesca del quale si ha notizia. Si tratta in genere di ami facenti parti di lunghi palangari, ossia lenze armate con centinaia di ami destinati ai pesci d’altrua. Possono, però, rimanere mortalmente coinvolti cetacei e tartarghe marine.

La morte sopraggiunge dopo una lunga  e dolorosa agonia. L’animale, con il grosso arnese da pesca nell’esofago, non può più alimentarsi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati