GEAPRESS – Di cosa stanno morendo le tartarughe marine di Molfetta (BA)? Se lo chiede il WWF che nei giorni scorsi ha recuperato un’altra carcassa di tartaruga Caretta caretta nel mare di Torre Gavetone, al confine con il Comune di Giovinazzo.

L’animale non riportava traumi esterni riconducibili alla presenza di ami o impatto con natanti. Potrebbe essere stato un peschereccio che praticava la pesca a strascico, oppure una parassitosi. Di sicuro è l’ennesimo caso che riguarda il recupero non solo di tartarughe Caretta ma anche di delfini (vedi articolo GeaPress).

Non sempre trovati morti, come dimostra la stessa intensa attività del Centro Tartarughe WWF di Molfetta che, grazie anche alla collaborazione della Capitaneria di Porto, ha recentemente liberato sei tartarughe al largo della città. All’evento hanno preso parte alcuni laureandi della Facoltà di Biologia della Sapienza di Roma con cui il Centro Tartarughe di Molfetta sarà impegnato nella realizzazione di alcuni progetti scientifici.

L’impegno del WWF rimane però concentrato sul verificare le cause che stanno decimando tartarughe e delfini.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati