GEAPRESS – Sono intervenuti congiuntamente contro i numerosi pescatori che affollavano le sponde del lago Corbara (TR). In tutto elevate 22 sanzioni per il mancato rispetto della legge regionale sulla pesca. Le forze di polizia hanno così risposto alle numerose segnalazioni degli abitanti del posto a quanto pare infastiditi dagli schiamazzi dei pescatori in buona parte stranieri.

L’attività di controllo continuerà comunque per tutta l’estate anche per garantire la sicurezza ai numerosi turisti che frequentano in questo periodo il lago.

Secondo l’Assessore con delega alla Polizia Provinciale e alle politiche ittico-faunistiche Filippo Beco “i controlli effettuati e le operazioni eseguite dimostrano l’ottimo livello di collaborazione fra la Polizia locale e le Forze dell’Ordine. L’obiettivo dell’amministrazione provinciale è quello di tutelare il paesaggio e salvaguardare l’ambiente, in questo caso unico come quello del bacino di Corbara sia sotto il profilo turistico che sotto quello naturalistico-ambientale”.

Speriamo che l’Assessore ittico faunistico, vorrà tutelare i pesci del lago continuando a promuovere contravvenzioni anche in altri mesi dell’anno ed a prescindere dalle etnie che generano gli schiamazzi.(GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).