faroe
GEAPRESS  – A diffondere la notizia è ancora una volta Sea Shepherd. La prima uccisione di delfini globicefalo nelle Isole Faroe,  è avvenuta ieri mattina. Tredici i cetacei uccisi sotto costa nella località di  Fuglafjördur.

Come è noto nelle isole Faroe, facenti parte del Regno Unito di Danimarca ma con ampia autonomia amministrativa,  avviene ogni anno l’uccisione di centinaia di delfini globicefalo (cosiddetti “balena pilota”) ed altri cetacei. Una tradizione rivendicata dalle popolazioni coinvolte nella caccia e giustificata  per  fini alimentari.

Sea Shepherd, per la prima volta nella sua storia, ha annunciato per quest’anno la presenza dei propri volontari. Per questo motivo nello scorso mese di aprile erano stati presi i primi contatti con l’autorità di polizia (vedi articolo GeaPress). Durante quei giorni era stata percepita l’ostilità da parte di alcuni settori della comunità locale. Non erano però mancate le dimostrazioni di apprezzamento per l’attività di Sea Shepherd.

Il prossimo 21 maggio, a Siracusa, i delfini delle isole Faroe come quelli di Taiji, in Giappone, sede di altro massacro, verranno ricordati nel corso della presentazione della campagna internazionale di Sea Shepherd in difesa del mare (vedi articolo GeaPress).

Sea Shepherd sarà presente nelle Isole Faroe dai primi giorni di giugno. 500 volontari si alterneranno per quettro mesi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati