deportati
GEAPRESS – Sono stati espulsi i cinque attivisti di Sea Shepherd condannati nei giorni scorsi dalla Corte delle Isole Faroe (vedi articolo GeaPress).

Come è noto  i cinque vennero arrestati lo scorso dodici giugno per avere tentato di opporsi all’uccisione di 61 delfini globicefalo. Gli animali vengono infatti uccisi in questo periodo nel corso di una ormai criticata caccia di tradizione. Gli attivisti (tra di essi vi è anche un’italiana) sono stati condannati ad alcuni giorni di prigione o, in alternativa, al pagamento di una multa. Gli attivisti di Sea Shepherd, però, si rifiutarono di pagare e per questo, fino ad ieri sera, quando dovrebbe essere avvenuta l’espulsione, sono stati trattenuti in carcere.

Duri i commenti di Sea Shepherd nei confronti della Danimarca. Una nave della marina militare, avrebbe infatti agevolato l’intervento della polizia locale. Le Isole Faroe, pur non aderendo  alla UE, fanno parte, assieme alla Danimarca ed alla Groenlandia, del Regno Unito di Danimarca.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati