sea sh faroe
GEAPRESS – Dopo gli arresti dei giorni scorsi altri tre volontari di Sea Shepherd  sono stati fermati dalla polizia delle isole Faroe. E’ avvenuto ieri nei pressi di Tórshavn, la capitale dell’arcipelago facente parte del Regno Unito di Danimarca.

Secondo quanto comunicato da Sea Shepherd i tre stavano impedendo ad un branco di delfini di avvicinarsi alla costa. Il pericolo era rappresentato dai pescatori che tradizionalmente, in questo periodo,  macellano i poveri animali. Al largo, infatti, erano stati individuati un centinaio di Lagenorinco acuto, un delfino che vive nell’oceano Atlantico settentrionale.

Sea Shepherd, anche in questa occasione, punta il dito contro la marina danese. I tre arrestati, rilasciati poche ore dopo, sono un due francesi ed un britannico.

Gli ambientalisti, nel loro comunicato, rivendicano l’azione di avere salvato i delfini, interferendo così nel  cosiddetto  “grindadráp”, la caccia ai delfini. Un atto, quello di disturbare la caccia, che è vietato. Men che meno spingere al largo i delfini, impedendo così l’azione delle barche dei pescatori.

Sea Shepherd, dopo il sequestro di tre barche avvenuto nei giorni scorsi, aveva fatto affluire rinforzi, sia in termini di mezzi che di volontari. Una quarta barca, si è ora aggiunta a quelle già  trattenute dalla polizia. I tre attivisti, invece, devono oggi presentarsi in Tribunale. Non è esclusa, la loro espulsione dalle isole.

Nell’agosto dell’anno scorso numerosi delfini appartenenti alla stessa specie di quelli ora salvati, vennero uccisi nell’arcipelago. La presenza di Sea Shepherd è stata dunque determinante.

Le isole Faroe, godono di ampia autonomia e non fanno parte della UE. Assieme alla Groenlandia, sono però parte del Regno Unito di Danimarca. Da qui la critica di Sea Shepherd al Governo danese, di essere presente con propri mezzi proprio in occasione delle operazioni degli ambientalisti. Una situazione cavillosa, considerato che la Danimarca, come componente UE, è schierata contro la caccia ai cetacei, come nel caso delle balene.

Sea Shepherd, dal canto suo, considera una vittoria quanto avvenuto in queste ore. Centinaia di delfini stanno infatti nuotando tranquillamente.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati