GEAPRESS – Prosegue l’attività in difesa del mare della Capitaneria di Porto di Corigliano Calabro (CS). Dopo il sequestro di tre grandi reti per la pesca a strascico gettate in mare nei pressi di Corigliano Calabro (vedi articolo GeaPress), i militari sono ora intervenuti denunciando due persone nello stesso Comune del precedente intervento ed a Cassano, sempre in provincia di Cosenza. Questa volta i soggetti denunciati risultavano responsabili di opere abusive nel demanio marittimo e per questo sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria.

Sempre sul fronte della pesca abusiva la Guardia Costiera di Corigliano è intervenuta per sequestrare un’altra rete da pesca ancora nel Comune di Corigliano Calabro e sanzionare, inoltre, due pescatori sportivi che, nel territorio di Rossano, praticavano la loro attività in area interdetta. Si ricorda che talune attività, quali quelle messe in atto dai due pescatori sportivi, riguardano non solo il rispetto delle leggi sulla pesca ma anche di quella sulla sicurezza.

La Capitaneria di Porto di Corigliano Calabro comunica che l’attività operativa continuerà nel segno della prevenzione e con la sanzione di quei comportamenti illeciti in danno dell’ambiente marino, delle coste o di pregiudizio per la sicurezza.

Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati