GEAPRESS – Era al largo di Mandatoriccio (CS), la grossa tartaruga Caretta caretta salvata dagli uomini guidati dal Maresciallo Paparo, dell’Ufficio locale marittimo di Cariati (CS). L’animale era ferito con un amo alla bocca. Per la tartaruga si apre ora il ricovero presso il centro di recupero tartarughe marine di Policoro.

In mare, specie per la pesca del tonno, vengono gettati in questo periodo i palangari, lunghissime lenze con migliaia di ami. Purtroppo, oltre ai tonni, fanno una pessima fine molte altre specie marine e tra queste proprio la tartaruga, la quale patisce di altre ingerenze tra le quali la plastica. Scambiata per una medusa viene ingerita fino a morire per le conseguenze di una occlusione intestinale.

Il recupero della grossa Caretta caretta, rientra nell’intensa attività operativa, anche in materia di tutela dell’ambiente marino, della Guardia Costiera del Compartimento marittimo di Corigliano Calabro (CS).