a
GEAPRESS – Due pescatori malesi sono stati arrestati nelle scorse ore dalla Polizia marittima filippina nei pressi di Honda Bay nella provincia di Palawan. Stante quanto comunicato dalla stessa Polizia, i due sarebbero stati trovati  in possesso di circa 10.000 uova di tartarughe marine,  due sacchi di carne di tartaruga essiccata e più contenitori contenenti la  Tridacna gigas. Si tratta, in quest’ultimo caso, di un grande mollusco bivalve le cui popolazioni sono minacciate dal prelievo finalizzato soprattutto per l’alimentazione umana. Un’usanza che riguarda non solo il sud est asiatico ed il Giappone  ma anche alcuni paesi europei. Da rilevare come annunci di vendita di tali conchiglie appaiono frequentemente anche nei siti di acquacoltura  europei.

A dirigere l’operazione è stata un’unità speciale della Polizia marittima filippina la quale, nel corso di alcuni pattugliamenti, ha avvistato i pescatori.

Appena pochi giorni addietro la stessa unità speciale aveva rinvenuto 200 tartarughe congelate. Erano stipate in un peschereccio vietnamita il cui fermo è avvenuto nella stessa provincia di Palawan. I due malesi, sono in stato di arresto presso il carcere di Puerto Principesa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: