GEAPRESS – Voto favorevole in Commissione Ambiente del Parlamento Europeo in favore del divieto di deroga alla pratica di finning, ovvero l’asportazione per fini commerciali delle pinne di squalo. Il provvedimento, sollecitato dall’europarlamentare Andrea Zanoni (vedi articolo GeaPress) ha ora ottenuto a larghissima maggioranza (52 presenti di cui 50 favorevoli, 2 contrari e 0 astenuti) l’approvazione dei componenti della Commissione. A rendere nota la notizia è lo stesso Zanoni che è stato relatore della proposta di Regolamento relativo all’asportazione di pinne di squalo a bordo dei pescherecci.

Gli interessi della pesca allo squalo – ha dichiarato l’On.le Andrea Zanoni – non possono causare la loro scomparsa nei mari europei. Si tratta di una pratica barbara che comporta l’asportazione delle pinne a bordo dei pescherecci, mentre lo squalo viene rigettato in mare a volte ancora vivo“.

Nonostante il principale paese importatore di pinne di squalo sia la Cina, le flotte pescherecce specializzate in questo tipo di pesca appartengono ad altri paesi, europei in particolare.

Ora la votazione in Commissione ENVI, ovvero quella Ambiente, sul divieto di ricorso alle deroghe.

Il larghissimo appoggio della Commissione Ambiente al mio rapporto dimostra quanto il problema sia reale e sentito – commenta l’eurodeputato IdV –Per questo ho voluto rafforzare il testo della Commissione con una serie di emendamenti volte a contrastare il finning con tutti i mezzi possibili”.

Tra questi, ritroviamo l’allargamento dei controlli a tutti i pescherecci attivi nelle acque marittime dell’Unione (e non solo a quelli europei), e l’obbligo per gli Stati membri di fornire, nelle loro relazioni annuali destinate alla Commissione, informazioni più dettagliate sugli sbarchi di squali (l’identificazione delle specie catturate, la quantità di esemplari, il peso totale per ogni specie e le zone di pesca).

Sul progetto di parere sulla proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica del regolamento (CE) n. 1185/2003 del Consiglio, relativo all’asportazione di pinne di squalo a bordo dei pescherecci approvato oggi dalla commissione ENVI, si dovrà esprimere la Commissione competente Pesca (PESC) il 30 maggio. Il Parlamento europeo voterà prossimamente l’intero Regolamento nella sessione di luglio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati