GEAPRESS – Di nuovo pescatori di frodo nella rete delle Guardia Costiera di Corigliano Calabro (CS). Erano in quattro su una imbarcazione tipo “canadian”, poco più che una barchetta trovata per altro priva di copertura assicurativa. Da questa, però, erano pronti a srotolare cento metri di rete innanzi la costa di Schiavonea, frazione di Corigliano Calabro.

In tutto sette verbali elevati per detenzione a bordo di attrezzi non consentiti, mancato rispetto della tabella minima d’armamento, mancata presenza a bordo di un marittimo iscritto, sosta su suolo demaniale marittimo, mancanza di copertura assicurativa, irregolarità nella tenuta dei documenti di bordo, modifica non autorizzata dell’apparato motore di una barca.

Tutto il pescato e le attrezzature sono state poste sotto sequestro. La stessa Guardia Costiera (vedi articolo GeaPress) aveva recentemente fermato altri pescatori, non abilitati. In questo ultimo caso si erano addirittura spinti all’interno dell’aera portuale.

I controlli della Guardia Costiera continueranno con il fine di contrastare le attività di pesca non consentite, ed a tutela dell’ecosistema marino. (GEAPRESS – Riproduzione vietata senza citare la fonte).