tonno
GEAPRESS – Un ingente quantitativo di tonno rosso è stato sequestrato questo pomeriggio dai militari della Capitaneria di Porto etnea, coordinati dall’11° Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima della Sicilia orientale.

In occasione dei consueti controlli lungo l’intera filiera commerciale dei prodotti della pesca, finalizzati alla protezione delle risorse ittiche ed alla tutela della salute dei consumatori, il personale della Guardia Costiera – intervenuto nel porticciolo di Stazzo (nel territorio del Comune di Acireale, in provincia di Catania) – sorprendeva due imbarcazioni appartenenti alla marineria di Pozzillo, intente a sbarcare ben 14 tonnellate di tonno rosso (Thunnus thynnus).

Si tratta, sottolinea la Capitaneria di Porto di Catania di una specie ittica soggetta ad un particolare regime di protezione da parte della Comunità Europea, attraverso limitazioni nelle catture e previsione di apposite “quote” predefenite per ciascun paese appartenente alla Comunità.

Oltre al sequestro del tonno rosso, ai responsabili è stata elevata una sanzione amministrativa pari a 8.000 euro. Il prodotto sequestrato, dopo i consueti controlli da parte dei Medici Veterinari della competente A.S.P., sarà venduto all’asta (con proventi versati al pubblico erario) o, eventualmente, donato in beneficienza.

Il sequestro odierno di tonno rosso, segue soltanto di qualche giorno quelli effettuati dal personale delle Capitanerie di Milazzo, con sette quintali sequestrati (vedi articolo GeaPress) e di Sant’Agata di Militello con sei quintali sequestrati (vedi articolo GeaPress ). Ad opera invece della Squadra Nautica della Questura di Palermo e della Capitaneria di Porto del capoluogo siciliano, altre due tonnellate e mezzo di Tonno rosso sono stati sequestrati a Cefalù (vedi articolo GeaPress ). A Marsala (TP), opera della Guardia Costiera, altre dieci tonnellate (vedi articolo GeaPress  )

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: