caretta morta ct
GEAPRESS – Una denuncia che non  risparmia nessuno. E’ quella dell’ENPA di Catania che annuncia anche un esposto alla Magistratura a seguito della morte di una tartaruga Caretta caretta.

Il povero animale sarebbe rimasto sanguinante in spiaggia, fino alla morte.

I fatti sono occorsi nella giornata di ieri quando, nella plaia di Catania si è arenata la grossa Caretta caretta. Il custode del lido riferisce di avere chiamato più volte diverse Autorità preposte. Eppure, fino al tardo pomeriggio, la tartaruga era ancora dove si era arenata. Poi l’ultimo respiro e la fine di un animale che, invece, andava subito soccorso.

Un rettile, ricorda l’ENPA, che è oltretutto protetto dalla Convenzione di Berna e da quella di Washington. Poi la legislazione nazionale e la Direttiva Habitat della UE. L’immediato arrivo dei volontari, non ha potuto far altro che confermare l’avvenuta morte. Chi ha girato le spalle, invece, quando l’animale poteva essere ancora soccorso?

Era arrivata viva a riva – riporta l’ENPA di Catania – come a voler affermare la sua protezione speciale e chiedere agli uomini  di salvarla in una terra che la protegge almeno nelle Leggi ed invece è rimasta tutto il giorno sotto gli occhi della gente che lentamente ha visto la vita del rettile andare via, attraverso la sofferenza  e nel consueto rimbalzo di responsabilità e competenze degli organi che comunque le Leggi devono farle rispettare e rispettare loro stessi“.

Una denuncia che l’ENPA annuncia di avere già depositato e che dovrà ora far chiarezza cercando le evenutali  responsabilità.  Del caso se ne occupera  la Procura della Repubblica di Catania.

N.B.: Secondo una nota diffusa dall’AIPA (Associazione Italiana Protezione Animali), nel pomeriggio di sabato, giorno dello spiaggiamento della tartaruga, è avvenuto un intervento delle Guardie Zoofile della stessa associazione. Contattati Capitanaria di Porto e Vigili Urgani i quali, stante quanto riferito dall’AIPA, sono intervenuti nei luoghi

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati