balena resti
GEAPRESS – Il Governo giapponese ha deciso di ridurre di due terzi la quota di prelievo delle balene dell’Oceano Antartico.

A darne comunicazione è la Whales and Dolphin Conservation Society.

Come è noto i giapponesi hanno già da tempo annunciato che continueranno a cacciare le balene nonostante il recente pronunciamento della Corte di Giustizia dell’Aia. Una caccia comunque contrastata dalle forti opposizioni internazionali e tra queste, dalla flotta di Sea Shepherd.

Secondo alcuni osservatori, la decisione di ridurre il prelievo potrebbe dipendere dalla minore richiesta del mercato della carne di balena. Come è noto, la Commissione baleniera internazionale vieta la caccia a questi cetacei se condotta per fini commerciali. La giustificazione ufficiale fornita dal Giappone ha però ribadito la valenza scientifica del proprio prelievo.  Una motivazione, però, che ha retto sempre meno alle critiche internazionali.

Una minore richiesta di carne di balena potrebbe ora avere inciso sulla scelta delle autorità giapponesi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati