tartaruga liberazione
GEAPRESS – Quattro Tartarughe marine, recuperate nei mesi scorsi, sono state liberata nella giornata di ieri dai biologi della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli.

Gonzala, Omero, Babason ed Alessandra, questo il nome delle tartarughe, hanno ripreso il largo dopo le cure di riabilitazione. Gli esemplari erano stati recuperati a seguito di incidenti dovuti ad impatti con imbarcazioni o per cattura accidentale nelle reti o ami da pesca.

La Stazione Zoologica è altresì impegnata in iniziative di sensibilizzazione tra le quali si segnala la realizzazione di un poster da affiggere negli stabilimenti balneari. Stampati pure dei volantini in cui è illustrato tutto ciò che bisogna sapere in caso di avvistamento o nidificazione di tartarughe marine. Con l’aiuto dei volontari delle associazioni presenti sul posto, tra cui Parco Marino Punta Campanella, Legambiente, Lega Nazionale difesa del cane sezione di Battipaglia ed Enpa, i volantini verrano resi disponibili in molte spiagge della costa campana.

Purtroppo l’inquinamento, soprattutto piccoli oggetti e buste di plastica, sono tra le principali cause di lesioni o morte degli animali marini. Si spera in una maggiore sensibilità da parte dei cittadini e delle strutture così da salvaguardare le specie animali.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati