GEAPRESS – Continuano gli avvistamenti di balene nel porto di Savona. Dopo le due balenottere avvistate lo scorso 9 ottobre (vedi articolo GeaPress), ieri tre nuovi avvistamenti, uno dei quali, purtroppo, finito male.

Mentre dei primi due cetacei avvistati nel porto ieri pomeriggio, non vi sono stati poi riscontri da parte della Capitaneria di Porto (gli animali si erano già immersi al largo del porto), per la terza balena si è trattato di dovere recuperare il suo copro. Era adagiata sul fondo di otto metri e con la testa intrappolata nella struttura della banchina.

Il recupero, considerata l’ora tarda, è stato effettuato stamane. Un maschio di otto tonnellate e dodici metri di lunghezza. Un giovane di circa due, tre anni al massimo. Forse un’altra balenottera comune, questa volta, però, con un finale tragico. L’esame autoptico chiarirà come è morto il cetaceo. Trattasi, come è noto, di mammiferi. Se i polmoni si troveranno pieni d’acqua, vorrà dire che l’animale è rimasto intrappolato morendo annegato nell’impossibilità di tornare in superficie per respirare.

Sul luogo, oltre che alla Capitaneria di Porto di Savona, anche il personale dell’autorità portuale e dell’ASP. Savona, come tutta la costa ligure, fa parte del bacino corso-liguro-provenzale, ovvero il famoso santuario dei Cetacei.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: