delfino drum line
GEAPRESS – Una delle tante vittime delle drum line, ovvero speciali trappole predisposte per la cattura degli squali, disposte  al largo delle spiagge frequentate dai bagnanti. Secondo Sea Shepherd, il loro numero è enormemente cresciuto lungo le coste del Queensland, in Australia. A rimane uccisi non sarebbero solo gli squali ma anche animali appartenenti a diverse specie marine. Tra queste proprio i delfini.

Nella video si vede la povera Kyra, così è stata chiamata la piccola delfina, dimenarsi con il gancio che gli ha perforato l’addome. Si scoprirà poi che il tremendo arnese ha raggiunto un polmone. Inutili i disperati tentativi di recupero operati dalla madre che, così come è possibile vedere nel video, tenta in tutte la maniere di liberare la sua piccola.

Kyra verrà poi catturata e trasferita in una struttura acquatica.

La richiesta di Sea Shepherd è ora quella di rimuovere le drum line sostituendole con metodi incruenti di allontanamento degli squali. Misure di prevenzione che sarebbero già state ampiamente sperimentate.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati