sea
GEAPRESS – Scontro navale tra la nave di Sea Shepherd Bob Barker e le baleniere giapponesi. L’incontro-scontro con la nave arpionatrice viene interpretato da Sea Shepherd come un tentativo di scoraggiare la presenza della flotta ambientalista attualmente presente nel cosiddetto Santuario delle Balene nell’oceano meridionale.

La dinamica dello scontro viene per ora spiegata solo da Sea Shepherd. Le navi arpionatrici avrebbero superato le navi ambientaliste di poppa avvicinandosi fino ad una distanza di pochi metri. In tale contesto la Bob Barker avrebbe colliso con la Yushin Maru 3. Altre potenziali manovre pericolose sarebbero però avvenute ancor prima. La prontezza del capitano della Bob Barker, Peter Hammarstedt, e di quello della Steve Irwin, Siddarth Chakravarty, avrebbe evitato il peggio.

Secondo quanto riferito da Sea Shepherd, le navi giapponesi avrebbero trascinato in nave un cavo d’acciaio. Il rischio paventato era per le eliche delle navi ambientaliste. Nel corso di uno dei tentativi di tagliare tali cavi sarebbe poi avvenuta l’attivazione degli idranti in danno dei componenti di una barca di appoggio alla Bob Barker.

Secondo Sea Shepherd la campagna di caccia nel mese di gennaio, grazie alla presenza delle navi ambientaliste, si sarebbe conclusa con un clamoroso insuccesso.

VEDI VIDEO SEA SHEPHERD

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati