GEAPRESS – La Capitaneria di Porto di Catania lo aveva dichiarato già ieri, subito dopo il sequestro di giovani tonni e pesce spada. I controlli continueranno nei prossimi giorni. Controlli sia di terra che di mare (vedi articolo GeaPress).

Oggi, ad Acireale (CT), alcuni venditori ambulanti hanno preferito darsi alla fuga ai primi segnali dell’arrivo della Guardia Costiera. In terra hanno lasciato due pesci spada, sempre allo stadio giovanile come nei giorni scorsi. Ad intervenire è stata la Delegazione di Spiaggia di Santa Maria La Scala, coordinati dall’ 11° Centro Controllo Area Pesca della Direzione Marittima della Sicilia orientale.

I due animali erano stati abbandonati nei pressi della vecchia stazione. Sono stati gli stessi cittadini a segnalare il tutto alla Capitaneria di Porto. I due pesci, pesavano in tutto appena sei chilogrammi. Un pesce spada adulto può arrivare ben oltre i 400 chili di peso. I resti dei due animali, sono stati distrutti. L’esito della visita dei veterinaria dell’ASP 3 ha, infatti, accertato l’inidoneità al consumo. Secondo quanto rilevato dalla Guardia Costiera i venditori si erano dileguati all’arrivo del personale militare.

La stessa Guardia Costiera comunica che i controlli degli Ispettori proseguiranno senza interruzione anche nelle prossime ore. Gli interventi si estenderanno anche in mare, grazie all’ausilio delle unità navali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati