stenella striata
GEAPRESS – Una strage degli innocenti quella che avrebbe riguardato un gruppo di Stenelle striate  macellato stamani nella biaia di Taiji, in Giappone.

Ad annunciarla sono sia gli attivisti di Sea Shepherd che quelli del Dolphin Project di Richard O’Barry, presenti nella baia dallo scorso settembre, quando si è aperta la stagione di pesca che proseguirà fino al mese di marzo.

Nel gruppo di circa 20-25 cetacei vi sarebbero state più femmine con i piccoli. Tutti gli animali, riferiscono gli attivisti, sono stati macellati. Finiranno così all’interno di vaschette cellophanate rese disponibili in alcuni supermercati giapponesi. La loro carne scura verrà servita per una tradizione culinaria sempre più criticata.

In realtà, sostengono i protezionisti, il mercato della carne non è così conveniente dal punto di vista economico. Sembra che la macellazione continui ad andare avanti perchè nella baia la stessa flotta peschereccia è impegnata nella cattura di delfini da destinare ai delfinari. I cetacei, in questo caso, valgono enormenete di più. La specie preferita per questo scopo è il Tursiope; ad essere ambite sono le giovani femmine. Gli animali appartenenti ad altre specie, come Grampi e Stenelle striate, vengono in genere macellati.

CLICCA QUI per ricevere la NEWSLETTER di GEAPRESS

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati