GEAPRESS – Li hanno fermati nel corso di un normale controllo di polizia, sabato sera in zona Stadio a Verona. I due cittadini rumeni, alla guida di un Audi con targa francese, una volta identificati, sono risultati avere precedenti penali. La pattuglia della Polizia di Stato ha poi disposto il controllo del bagagliaio. Qui, sotto coperte e cuscini, vi era un piccolo scatolo in cartone con all’interno cinque cuccioli di cane (quattro chihuahua ed uno yorkshire) di circa due mesi di vita.

I due hanno, subito, dichiarato che gli animali erano di loro proprietà addossandosi così le responsabilità sulle pessime condizioni di detenzione dei cagnolini.

Non solo erano seppelliti sotto un cumulo di coperte ed altro materiale – dicono a GeaPress dalla Questura di Verona – ma gli animali erano a sua volta chiusi all’interno di un piccolo scatolo pieno di escrementi“.

Forti cattivi odori e sporcizia. “Condizioni gravissime quelle dei cuccioli” commentano alla Questura.

Gli animali erano privi di ogni documentazione eccetto per i libretti sanitari riportanti, in lingua francese, gli estremi delle vaccinazioni. Sulla reale provenienza dei libretti e soprattutto sull’attinenza con i cuccioli immediatamente posti sotto sequestro, sono ora in corso le indagini. Per i due, la denuncia di maltrattamento di animali.

Intanto i cinque cagnolini sono stati presi in consegna dai Veterinari dell’Asl, che dovranno ora pronunciarsi sullo stato di salute degli animali. La Questura di Verona ricorda come i maltrattamenti di animali possono essere perseguiti penalmente.

Con il fine di fornire consigli utili alla tematica della protezione animale, la Polizia di Stato riserva un apposito link  interno al proprio sito istituzionale, dove sono disponibili informazioni utili, come normative e recapiti, da utilizzare nel caso si dovesse venire a conoscenza di episodi di maltrattamento.  

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati