cuccioli sequestrati
GEAPRESS – Sono stati tutti adottati i 49 cuccioli provenienti dalla Slovacchia e sequestrati nei giorni scorsi dalla Polizia Stradale di Amaro, in provincia di Udine.

Ne da comunicazione la stessa Polizia di Stato che sottolinea i tempi record di affidamento. Da quando è uscita la notizia, infatti, ci sono state numerose telefonate alla stessa Polstrada di Amaro. Chiamate che sono arrivate ad intasarne le linee telefoniche.

Una vera e propria emergenza che ha impegnato in questi giorni gli Agenti a seguito del sequestro avvenuto l’altro ieri alle cinque del mattino. Una macchina, con i cuccioli all’interno, che ha pure tentato di scappare una volta intimato l’alt. I poliziotti, però, hanno inseguito il mezzo riuscendo a bloccarlo dopo una quindicina di chilometri.

Dentro l’auto gli agenti hanno rinvenuto 49 cuccioli di cane di varie razze tra cui pincher, chihuahua, cavalier king, maltesi, volpini e barboncini. Varietà notoriamente molto richieste.

I piccoli animali sarebbero risultati privi di microchip e documenti di accompagnamento. Il sospetto della Polizia di Stato era stato subito quello del commercio illegale. In più, sulla posizione del soggetto, a quanto sembra già noto, graverà quanto rilevato in fase di indagine sul mezzo di trasporto. Sempre secondo la Polizia di Stato si sarebbe presentato non idoneo e senza adeguata aereazione. Secondo quanto riportato i cani avrebbero avuto un’età inferiore ai tre mesi.

Il traffico illegale di animali, hanno sottolineato gli inquirenti, è il secondo mercato nero più redditizio al mondo, dopo quello della droga. Un cane di razza proveniente dall’estero, soprattutto da allevamenti dell’Est Europa, può essere venduto al trafficante intorno ai 200 euro e rivenduto in Italia anche a 1500 euro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati