germano turi III
GEAPRESS – Verrà presentata domani dai volontari della Lega Nazionale per la Difesa del Cane di Turi (BA), una dettagliata denuncia sui gravi fatti occorsi questo pomeriggio nella cittadina.

Quando sono arrivati nei luoghi, i volontari non riuscivano a credere ai propri occhi. Un  povero Germano reale, arrivato nei luoghi chissà come, dato alle fiamme. Le prime indiscrezioni riferivano di un gruppo di minori che avrebbero agito dopo avere orrendamente acconciato il povero anatide.

L’ipotesi, già grave, è diventata poi surreale quando una persona, avvicinatasi al gruppo di volontari, ha mostrato le fotografie scattate alla povera anatra. Un  corpo morto ove era stato sistemato un mozzicone di sigaretta incastrato nel becco. Infine le fiamme, che hanno distrutto l’orrenda rappresentazione.

Cosa può avere generato tanta crudeltà accompagnata con il sapore del gioco?” A chiederselo è Gaetano Pirulli, responsabile locale della Lega Difesa del Cane che rileva come quei minori, per ora solo presunti, dovrebbero rappresentare il futuro. “Perchè ridursi in tale maniera – aggiunge il responsabile della Lega – straziando il corpo della povera anatra. La cosa più demoralizzante è stato però vedere quelle fotografie mostrate quasi con innocenza”.

La Lega Difesa del Cane, intende ora andare fino in fondo alla vicenda. Dei fatti è già informata la Polizia Municipale, ma domani la denuncia sarà presentata anche ai Carabinieri.

Intanto nei luoghi, proprio vicino alla caserma vecchia dei Carabinieri, rimane la traccia di quel corpicino bruciato. Impossibile  potere stabilire se il Germano è stato ucciso o trovato già morto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati