Turi (BA) – Allarme veleno per cani, questa volta più pericoloso del solito. Polpette che sembrerebbero fatte con lo speck ed avvolte con una cordicella di colore blu (nella foto). La segnalazione è arrivata stamani alla Lega Nazionale Difesa del Cane di Turi che ha subito inviato sul posto le sue Guardie Zoofile. Polpette insolite già nella forma, ma la sorpresa più proccupante è avvenuta al momento della manipolazione.

Raccolte con appositi guanti si è subito avvertito il pericolo. “Ho avuto appena il tempo di raccogliere una di queste polpette – riferisce a GeaPress Gaetano Pirulli, Guardia Zoofila della Lega Difesa del Cane – e subito ho avvertito irritazioni agli occhi ed al naso. Mi è iniziata subito a girare la testa ed ho avvertito serie difficoltà visive“. Le Guardie hanno a questo punto chiuso le polpette in un contenitore ermetico ed hanno chiamato la Polizia Municipale.

Stanto quanto rilevato in loco, le polpette ritrovate dovrebbero essere almeno sei, tutte più o meno dalle parti di via Conversano. La preoccupazione delle Guardie, però, è rivolta a quelle che potrebbero essere state rimosse prima del loro arrivo e magari smaltite senza alcuna precauzione. “Bisogna prestare la massima attenzione – aggiunge Gaetano Pirulli – il malessere che ho avverito è stato molto serio“.

Lunedì mattina le Guardie della Lega Nazionale per la Difesa del cane e la Polizia Municipale si recheranno per le analisi di rito, ma il sospetto è che possa essere stata utilizzata soda caustica. Dalle polpette fuoriusciva un liquido giallastro. Forse la reazione tra il grasso dello speck è la sostanza velenosa. Nessun animale deceduto è stato fino ad ora ritrovato. L’invito rivolto  della Lega Difesa del Cane a chi dovesse imbattersi in uno di tali preparati, è di avvisare subito le Forze dell’Ordine.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati